Come utilizzare il filo interdentale

Il filo interdentale, questo sconosciuto…

Oggi vogliamo fare chiarezza sull’uso di un semplice ma fondamentale strumento di prevenzione per le infiammazioni della bocca: gengiviti e parodontite.

Quando si pulisce la bocca con lo spazzolino da denti, questo agisce sulla faccia esterna del dente (verso le guance e le labbra), su quella interna (verso la lingua e il palato) e su quella che mastica.

Il dente però ha altre due superfici, quelle rivolte verso i denti vicini. Su questo lo spazzolino ha un effetto minimo…

Ed è qua che entra in campo il filo interdentale!!! (Anche gli scovolini in realtà, ma questa è un’altra storia di cui parleremo prossimamente…)

Esistono diversi tipi di filo: cerati, non cerati, monofilamento. Noi consigliamo questi ultimi, sono più semplici da passare e consentono di inserirsi anche tra denti molto stretti.

Ci sono poi dei fili speciali, come il Superfloss o l’Ultrafloss che hanno una punta rigida e una parte intermedia spugnosa. Questi di solito si prescrivono nel caso di protesi come ponti fissi in ceramica o restauri su impianti, per pulire zone difficilmente raggiungibili.

L’uso del filo in realtà non è molto diffuso. I pazienti trovano difficoltà ad usarlo, lo trovano fastidioso e poco pratico.

Per questo abbiamo realizzato con il Dr Filippo Costantini questo breve tutorial il cui scopo è quello di togliere ogni dubbio e consentire a tutti di trarre giovamento da questo semplice ma fondamentale strumento di prevenzione.

[KGVID]https://www.studioferman.it/wp-content/uploads/2020/06/come-utilizzare-il-filo-interdentale.mp4[/KGVID]

Logo Studio Ferman

I tuoi denti per tutta la vita!

Dove puoi trovarci

Via Copernico, 22
57025 Piombino (LI)

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.